Storia Aviazione Commerciale attraverso le Safety Card

Avatar utente
747alex
1
1
Messaggi: 3731
Iscritto il: mer mar 22, 2006 9:04 pm

Storia Aviazione Commerciale attraverso le Safety Card

Messaggioda 747alex » ven mar 06, 2009 4:05 pm

FOR YOUR SAFETY

Storia dell’Aviazione Commerciale attraverso le Safety Card
All’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio, dal 28 febbraio al 28 marzo 2008, la prima mostra internazionale sulle Safety Card organizzata da ACIMET (Associazione Culturale Italiana per il Museo Europeo dei Trasporti con sede a Colonna, in provincia di Roma), Circolo Fotografico Marianese di Dalmine, ed Assoutenti/Assoutenti Lombardia, in collaborazione con SACBO.

Nella nuova area check-in dell’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio è stata allestita quella che di fatto è la prima mostra internazionale delle “Safety Card”, un’originale esposizione curata da due collezionisti italiani, Enrico Massidda, giornalista romano già inviato speciale del TG1, e Umberto Mensa, appartenente ad una nota famiglia torinese di piloti e gente dell’aria.

La raccolta di safety card, a prima vista a dir poco singolare, è decisamente diffusa soprattutto in diversi paesi del Nord Europa, in primo luogo Gran Bretagna e Germania, e negli Stati Uniti d’America, tradizionali luoghi ad elevata cultura aeronautica.

Una sintesi di un centinaio di card, scelte tra oltre quattromila di ogni angolo del mondo, ripercorrono le tappe fondamentali dello sviluppo dell’aviazione commerciale, dirette testimoni e protagoniste della sua storia soprattutto per quanto riguarda la sicurezza dei passeggeri.

Letteralmente "safety card" significa "carta di sicurezza", e altri non è che una scheda, o cartoncino/brochure, dove vengono visualizzate norme di sicurezza che il passeggero è tenuto ad osservare una volta a bordo dell’aereo.
Le possibilità di utilizzo sono molteplici, ma ai nostri giorni dicendo "safety card" si considera implicitamente quella di un aereo.

Si tratta di quel prospetto presente obbligatoriamente in ogni tasca di fronte al posto di un passeggero, là dove si trovano anche i magazine di bordo e i sacchetti per il mal d'aria. Su di essa vi sono generalmente presenti icone illustranti obblighi e etichette del buon passeggero, nonchè le procedure da effettuarsi in caso di emergenza (ossigeno, salvagente, uscite di sicurezza e scivoli).

Le safety card sono redatte dai produttori aeronautici e, piu' spesso, dalle stesse compagnie aeree, che generalmente provvedono a personalizzarle con loghi e modelli, datarle, sostituirle in caso di modifiche, aggiunte o variazioni relative alle caratteristiche operative di uno stesso aeromobile.

Ma quelle che di fatto sono norme salvavita, divengono a volte esse stesse oggetto di stile e mode: e cosi' alcune aviolinee possono addirittura proporre colori vivaci e vignette curiose, sempre in nome della sicurezza.

Fonte: www.orioaeroporto.it

Torna a “CBC (Crew Briefing Center)”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti