Cosa fare quando il volo è Cancellato

Rapporti e documenti
Avatar utente
747alex
1
1
Messaggi: 3680
Iscritto il: mer mar 22, 2006 9:04 pm

Cosa fare quando il volo è Cancellato

Messaggioda 747alex » mer gen 06, 2010 11:55 pm

Raccomandazioni dell'UE in Top12 per i passeggeri

Immagine


1. COSA FARE QUANDO IL TUO VOLO E 'CANCELLATO o oggetto di un lungo ritardo o di negato imbarco

Prima di andare in aeroporto, controllare l'orario di partenza (voli possono essere riprogrammati). Se il volo viene cancellato o oggetto di un ritardo di più di cinque ore o in caso di negato imbarco, per chiedere il rimborso del prezzo pieno del biglietto non utilizzato o segmenti, o un volo alternativo verso la destinazione finale non appena possibile.

Un'assistenza adeguata (pasti, bevande, servizi di comunicazione e di una camera di albergo per la notte, se necessario) dovrebbe essere fornita anche a voi a seconda della distanza del volo e il recupero dei ritardi.

Ricordo che una volta che si accetta il rimborso del biglietto, la società non ha alcun obbligo nei confronti voi in termini di deviazioni o di assistenza.

2. Diritto al risarcimento in caso di negato imbarco, di cancellazione o di ritardo prolungato

In caso di negato imbarco, cancellazione del volo o di ritardo in arrivo di più di tre ore, si può anche essere un risarcimento compreso tra € 125 e € 600 a seconda della distanza del volo e il recupero dei ritardi. Inoltre, la compagnia aerea deve sempre informare sui diritti e il motivo per il negato imbarco, la cancellazione o il ritardo prolungato (di almeno due ore). .

Se i passeggeri si sentono le compagnie aeree non forniscono in maniera soddisfacente con il minimo di diritti ai sensi del diritto comunitario, possono presentare una denuncia all'organismo nazionale di controllo in Stato membro dell'UE (o in Islanda, Svizzera e Norvegia) in cui l'incidente è avvenuto. Quando l'incidente in questione una compagnia aerea dell'UE e si è svolto al di fuori di uno Stato membro dell'UE, il passeggero può presentare una denuncia nei Stato membro dell'Unione europea del loro primo punto di transito o di destinazione.

Un elenco di questi organismi si possono trovare sul sito:

http://ec.europa.eu/transport/passengers/air/air_en.htm


3. LOST E BAGAGLI DANNEGGIATI

In caso di danni, si dovrebbe presentare un reclamo alla compagnia aerea entro sette giorni e, nel caso di ritardo entro 21 giorni dal momento in cui il bagaglio è stato messo a vostra disposizione.

Qualsiasi altra azione in tribunale deve essere presentata entro due anni dalla data di arrivo. È possibile ottenere il rimborso fino a 1.223 € da parte della compagnia aerea nel caso in cui il vostro bagaglio viene smarrito o danneggiato.

Per trasportare oggetti costosi è possibile iscriversi per l'assicurazione di viaggio private, oppure si può beneficiare di un limite di responsabilità più elevato rilasciando una dichiarazione speciale, al più tardi al check-in e pagando un supplemento. In caso di difficoltà con la compagnia aerea in questione è opportuno fare riferimento alla associazione di consumatori nazionali 'nel vostro paese o alla rete dei Centri europei dei consumatori (ECC-Net).

La Commissione ha lanciato un sondaggio di quest'anno per valutare i dati bagagli smarriti nel settore del trasporto aereo, che ha rivelato il numero di sacchi in ritardo all'aeroporto tra il gennaio 2008 e ottobre 2008, l'Unione europea pari a 4,6 milioni di euro.
Nel 2008 32,8 milioni di pezzi di bagaglio sono stati segnalati perso in tutto il mondo, il che equivale a una diminuzione del 20% rispetto al 2007 (42,4 milioni).

La Commissione continua a ritenere che eccessive e inaccettabili.

E 'da vicino la situazione e intraprendere tutte le azioni necessarie, ivi comprese le iniziative di regolamentazione, se necessario, per migliorare la situazione attuale.
La Commissione ha appena lanciato una consultazione pubblica sulle questioni relative ai diritti dei passeggeri aerei, che comprenderà anche alcune questioni relative alla responsabilità in caso di bagaglio maltrattato e nuove pratiche commerciali relative al bagaglio.

La consultazione pubblica è accessibile on-line:

http://ec.europa.eu/transport/passengers/consultations/2010_03_01_apr_legislation_en.htm

Per ulteriori informazioni si prega di consultare il regolamento sulla responsabilità del vettore aereo in caso di incidenti:

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/Lex ... 89:EN:HTML


4. SITO WEB PREZZO CHIARO

Applicando la piena trasparenza dei prezzi è un obbligo previsto dal regolamento dei servizi aerei. Ciò significa che quando i consumatori prenotare online il biglietto aereo, la finale "globale" dei prezzi deve essere disponibile a partire dalla pagina iniziale, che consente alle persone di confrontare i prezzi delle varie compagnie aeree e fare una vera scelta.

In caso di supplementi di prezzo opzionali, devono essere indicati in modo chiaro e trasparente.

Tutti i passeggeri hanno diritto alla parità di accesso alle tariffe aeree, senza alcuna discriminazione basata sulla nazionalità o il loro luogo di residenza o il luogo di stabilimento di agente del vettore o il venditore di biglietti di altri all'interno della Comunità.

La Commissione continua a seguire (con l'assistenza di autorità degli Stati membri) siti web che vendono biglietti aerei in tutta Europa per il rispetto delle norme a tutela dei consumatori e ha avuto un ruolo in società arrivare a migliorare il loro standard.

La Commissione ha inoltre compilato un elenco di pratiche proibite, come si crea falsamente l'impressione di fare offerte gratuite.

Per ulteriori informazioni si prega di consultare gli articoli 22 e 23 del regolamento recante norme comuni per il funzionamento dei servizi aerei nella Comunità:

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/Lex ... 01:EN:HTML

anche su:

http://ec.europa.eu/consumers/rights/

5. SICUREZZA NEGLI AEROPORTI

I passeggeri aerei può avvenire solo con loro i liquidi contenuti in recipienti individuali di capacità massima di 100 millilitri ciascuno.
La quantità totale di liquido per persona non può superare 1 litro.

Tali contenitori dovranno essere inseriti in un trasparente e richiudibile, sacchetto di plastica non più di una capacità di un litro per passeggero.

Queste restrizioni sono necessarie come la minaccia derivante dagli esplosivi liquidi, purtroppo, esiste ancora.

Fino a quando la tecnologia in grado di individuare tali esplosivi è stato sviluppato e distribuito presso gli aeroporti, i passeggeri sono autorizzati solo portare liquidi in piccole quantità, o se questi siano veramente necessari durante il viaggio per esempio farmaci o alimenti per l'infanzia. Tutti gli altri liquidi devono essere imballati nel bagaglio registrato

Un volantino che riassume i punti più importanti di queste regole può essere scaricato

http://ec.europa.eu/transport/air/doc/s ... poster.pdf

6. VOLO IN SICUREZZA

L'elenco delle compagnie aeree bandite all'interno dell'Unione europea agisce come un forte incentivo a porre rimedio a carenze di sicurezza.

Ritiro dalla lista è infatti possibile, quando le parti interessate mettere efficacemente in buona posizione azioni correttive a rispettare tutte le norme di sicurezza.

Il concetto di un elenco comunitario è sempre più dimostrando di servire come strumento preventivo, anziché punitivo, per salvaguardare la sicurezza dell'aviazione.

Questo è illustrato da numerosi casi in cui la Comunità ha affrontato con successo le minacce alla sicurezza potenziale ben prima di ricorrere alla misura drastica di imporre restrizioni.

Questa lista ha notevolmente contribuito a rendere più sicuri i cieli dell'Europa e potrebbero essere utilizzati per aiutare gradualmente verso una strategia internazionale basato sulla cooperazione tra i paesi di tutto il mondo.

Queste compagnie non sono autorizzati a volare da o verso l'UE.

Tuttavia, l'UE non può impedire vietato alle compagnie aeree di continuare a volare in altre parti del mondo.
Se avete intenzione di prendere un volo che decolla e atterra al di fuori dell'UE, si potrebbe voler verificare voi stessi la lista nera dell'Unione europea a verificare se la compagnia aerea in questione non è il divieto di volo nell'Unione europea per motivi di sicurezza.

http://www.aeroporti.com/compagnieaeree/listanera.html

7. PERSONE CON DISABILITÀ E passeggeri con mobilità ridotta

La non discriminazione delle persone con disabilità e dei passeggeri a mobilità ridotta a causa di un handicap permanente o temporanea è garantita ai sensi del regolamento CE esistenti sia per i passeggeri del trasporto aereo e, dal 3 dicembre 2009, passeggeri nel trasporto ferroviario.

Nel dicembre 2008 la Commissione ha presentato due proposte volte a tutelare i diritti delle persone con mobilità ridotta nel trasporto marittimo o per autobus e pullman.

Quando si viaggia in aereo, si sono invitati a comunicare la necessità di assistenza per la compagnia aerea o il tour operator almeno 48 ore prima della partenza del volo.

Gli enti di gestione degli aeroporti saranno informati di conseguenza e sono responsabili di fornire assistenza fino al cancello di aeromobili e procedere al tuo posto, quindi l'assistenza deve essere fornita dalle compagnie aeree. L'assistenza è gratuita.

Per saperne di più sui diritti dei passeggeri a mobilità ridotta

http://ec.europa.eu/transport/passengers/air/prm_en.htm

Quando si viaggia in treno, i venditori di biglietti e gli operatori turistici si informa in merito all'accessibilità dei servizi ferroviari, sulle condizioni di accesso e le sue ragioni su richiesta.

Le compagnie ferroviarie forniscono alle persone disabili e alle persone a mobilità ridotta, con assistenza a bordo di un treno e salire e scendere dal treno gratuitamente.

L'assistenza è fornita a condizione che l'azienda ferroviaria, il gestore della stazione, il venditore di biglietti o il tour operator con cui il biglietto è stato acquistato è notificata del bisogno della persona di assistenza per le quali almeno 48 ore prima che il contributo è necessario.

La persona disabile o la persona con mobilità ridotta dovrebbe presentare se stesso al punto designato:

- All'ora stabilita (l'impresa ferroviaria o il gestore della stazione di assistenza), che non deve essere superiore a 60 minuti prima dell'orario di partenza pubblicato o il momento in cui tutti i passeggeri sono invitati a check-in;

- Se non sia stato stabilito, almeno 30 minuti prima dell'orario di partenza pubblicato o il tempo di check-in

Non vi sono limiti finanziari in caso di responsabilità per perdite o danni alle attrezzature per la mobilità: in questo caso, l'azienda ferroviaria è completamente responsabile della perdita totale o parziale o del danneggiamento di attrezzature per la mobilità o altre attrezzature specifiche per le persone con disabilità o persone a mobilità ridotta.

Per saperne di più sui diritti dei passeggeri con mobilità ridotta, nel viaggio in treno, visitare il sito:

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2007:315:0014:01:EN:HTML

8. QUALI SONO I TUOI DIRITTI IN CASO DI cancellazione o ritardo del treno VIAGGIO

In caso di cross-viaggio alle frontiere all'interno della UE, una volta che un ritardo di almeno 60 minuti è prevedibile, il passeggero può scegliere immediatamente tra:

(i) rimborso del prezzo pieno del biglietto o per la parte del viaggio non effettuate e per la parte già effettuate se il viaggio non è più utile ai fini del rispetto al programma di viaggio iniziale, e

(ii) la continuazione del viaggio o un volo alternativo in condizioni analoghe, verso la destinazione finale non appena possibile o per la destinazione finale in una data successiva, a discrezione del passeggero.

Nel caso in cui il passeggero continua il suo viaggio, nonostante un ritardo, lui o lei ha diritto al risarcimento. Il risarcimento minimo in caso di ritardo è:

Il 25% del prezzo del biglietto per un ritardo compreso tra 60 e 119 minuti;

Il 50% del prezzo del biglietto per un ritardo di almeno 120 minuti.

Il risarcimento del prezzo del biglietto è versata entro un mese dalla presentazione della richiesta di risarcimento, al più tardi. Il viaggiatore non ha diritto al risarcimento, a determinate condizioni, se per esempio la cancellazione, o la mancanza di ritardo è stato causato da circostanze che il vettore non poteva evitare, nonostante abbia preso tutta la diligenza richiesta nel caso particolare.

In caso di ritardo, alla partenza o l'arrivo di viaggi transfrontalieri all'interno dell'UE, di almeno 60 minuti, i passeggeri devono essere offerti gratuitamente pasti e bevande in congrua relazione alla durata dell'attesa. Inoltre, l'azienda ferroviaria ha da offrire hotel libero o altro tipo di alloggio, nonché il trasporto tra la stazione ferroviaria e di alloggio, nei casi in cui un soggiorno di una o più notti diventa necessario a causa del ritardo.

Se il treno è bloccato sui binari, l'azienda ferroviaria ha per organizzare il trasporto dal treno alla stazione ferroviaria, a un punto di partenza alternativo o alla destinazione finale del servizio, dove e quando sia fisicamente possibile.

9. INDENNIZZO PER LA PERDITA O DAMMAGED BAGAGLI E ANTICIPI E Risarcimento in caso di lesioni o morte durante il viaggio in treno

La società ferroviaria è inoltre responsabile della perdita o danno derivante dalla perdita totale o parziale o del danneggiamento del bagaglio registrato. In tal caso, l'impresa ferroviaria deve pagare fino a circa 1.300 € (1.200 unità di conto) 1 per collo se l'ammontare del danno è provato, o una somma forfettaria di circa 330 € (300 unità di conto ) per collo, se l'ammontare del danno subito, non è stabilito.

In caso di morte o di lesioni personali del passeggero, l'operatore ferroviario è responsabile per la perdita o il danneggiamento di oggetti che il passeggero aveva con sé come bagaglio a mano fino ad un massimo di circa € 1.500 per (passeggeri 1.400 unità di conto).

Se un passeggero viene ucciso o ferito durante un incidente ferroviario, l'impresa ferroviaria è tenuta, entro 15 giorni, per portare avanti i pagamenti che i costi per le esigenze immediate del passeggero interessato o del suo carico e che deve essere di almeno € 21.000 in caso di morte del passeggero.

In caso di incidente durante il viaggio in treno, l'impresa ferroviaria è responsabile per la morte del passeggero o per le lesioni personali, si è verificato a lui o lei

Il vettore è, in determinate circostanze, essere esonerato da tale responsabilità se l'incidente è stato causato da circostanze esterne o per il comportamento di un terzo o per colpa del passeggero.

L'importo del risarcimento da corrispondere è determinato in base al diritto nazionale. Tuttavia, il limite massimo per passeggero deve essere fissato a circa € 190.000 (175.000 unità di conto), laddove la legislazione nazionale prevede un limite inferiore a tale importo.


10. SODDISFAZIONE DI SERVIZI FERROVIARI / DENUNCE

Aziende del settore si sono tenuti a istituire un meccanismo di trattamento dei reclami per i diritti di uno degli obblighi contemplati dal regolamento e per rendere i dati di contatto e lingua di lavoro (s) di un organismo di denuncia ampiamente conosciuto per i passeggeri.

I reclami devono essere risolta entro un mese o in casi giustificati, il passeggero deve essere informato della data, entro un periodo inferiore a tre mesi dalla data della denuncia, una risposta può essere previsto.

NB: Si prega di considerare che membri hanno la possibilità di esentare i seguenti servizi dal campo di applicazione di alcune disposizioni del regolamento: i servizi regionali, urbani ed extraurbani, servizi domestici, i servizi internazionali di cui una parte significativa di esso è gestito al di fuori del territorio dell'UE .

Per ulteriori informazioni si prega di consultare il regolamento n. 1371/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007 sui diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario 'e agli obblighi:

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2007:315:0014:01:EN:HTML

Altre modalità di trasporto

La Commissione ha presentato nel dicembre 2008 due proposte per tutelare i diritti dei passeggeri che viaggiano da acqua o da autobus e pullman.
Una volta in vigore, i regolamenti darà a questi passeggeri di protezione analoghi a quelli per aerei e viaggi in treno.

Per saperne di più sulle due proposte, per quanto riguarda il trasporto marittimo e di autobus e servizi di trasporto con pullman, visita

http://ec.europa.eu/transport/passengers/maritime/maritime_en.htm

dove è possibile trovare il link di seguito:

Proposta di regolamento relativo ai diritti dei passeggeri che viaggiano via mare e per vie navigabili interne e recante modifica del regolamento (CE) n. 2006/2004 sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell'esecuzione della normativa che tutela i consumatori [COM (2008) 816]

Proposta di regolamento sui diritti dei passeggeri nel trasporto con autobus e che modifica il regolamento (CE) n. 2006/2004 sulla cooperazione tra le autorità nazionali competenti in materia [COM (2008) 817]

11. Pacchetto Viaggio

Quando i consumatori acquistano un pacchetto di viaggio, hanno diritto di sapere cosa pagano e ciò che è incluso nel package deal ai sensi della direttiva 90/314/CEE del 13 giugno 1990, concernente i viaggi, le vacanze ed i circuiti "tutto compreso.

L'opuscolo fornito ai consumatori deve indicare in modo chiaro e accurato il prezzo e tutte le informazioni pertinenti, come destinazione, l'itinerario ei mezzi di trasporto utilizzati, il tipo di alloggio, i pasti, di passaporto e visti, formalità sanitarie, le scadenze per il pagamento e la Termine per l'informazione dei consumatori in caso di cancellazione.

Per saperne di più sulla direttiva, visitare il sito:

http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=CELEX:31990L0314:EN:HTML

12. EVITARE INCIDENTI STRADALI

Ogni anno 10.000 persone muoiono in incidenti stradali in Europa a causa di conducenti di essere sotto l'influenza di alcool o droghe. Uno su quattro incidenti può essere collegato ad eccessivo di alcol e consumo di droga, tanto più nel periodo delle vacanze. La Commissione ha adottato nel gennaio 2001 una raccomandazione per il livello di alcol consentito al volante:

0,5 mg / ml nel sangue per tutti i conducenti
0,2 mg / ml nel sangue per i conducenti professionali e autisti

Questa raccomandazione non è giuridicamente vincolante, e quindi i livelli consentiti di alcol può variare tra gli Stati membri (ad esempio la Svezia ha adottato un approccio di tolleranza zero). Naturalmente, la più sicura d'azione è ancora a non bere e guidare.

Soprattutto i giovani sono a rischio sulle nostre strade.

La Commissione sviluppa misure di prevenzione e di informazione e anche co-finanzia campagne gestite da giovani per i giovani, per incoraggiarli a rimanere lontano da alcol e droghe.

La Commissione ha inoltre fornito 19 milioni di € - 80% del costo totale - per il progetto DRUID, che indaga l'influenza dei principi attivi psico sulla guida di un veicolo. Per maggiori informazioni sul progetto, visita http://www.druid-project.eu/

Nella primavera del 2010 la Commissione pubblicherà la sua sicurezza stradale piano d'azione per 2011-2020.

Maggiori informazioni si trovano:

http://ec.europa.eu/transport/road_safety/index_en.htm

QUALI SONO I DIRITTI DEI PASSEGGERI E COME RECLAMARE

Se si dispone di una richiesta di informazioni sui diritti e le cui lamentarsi, potete scrivere a:

EuropeDirect:

http://europa.eu/europedirect/index_it.htm

Numero telefonico gratuito da qualsiasi paese dell'UE: 00800 67 89 10 11

Euro Centro europeo consumatori (ECC), rete che può aiutare con domande e qualsiasi altro problema che può avere come consumatori in Europa.

Per ulteriori informazioni su CEC incluso l'accesso al suo paese

ECC: http://ec.europa.eu/consumers/redress_cons/index_en

Per informazioni rigurdo ai rimborsi

http://ec.europa.eu/transport/passengers/index_en.htm

Ulteriori informazioni e gli elenchi delle autorità nazionali competenti per far valere questi diritti per il settore aereo sono disponibili
http://apr.europa.eu

Unità di conto = DSP (diritti speciali di prelievo), si fa riferimento al tasso di cambio al 11/12/2009, che è: 1 DSP = 1.078 SDR.

https://www.imf.org/external/np/fin/data/rms_five.aspx

Torna a “Documenti”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite