Come chiedere il rimborso o danni
Regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 febbraio 2004, che istituisce regole comuni
in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco,
di cancellazione del volo o di ritardo prolungato
e che abroga il regolamento (CEE) n. 295/91 (Testo rilevante ai fini del SEE)



Articolo 15


Irrinunciabilita'

1. Gli obblighi nei confronti dei passeggeri stabiliti dal presente regolamento non possono essere oggetto di restrizioni o rinuncia,
in particolare per effetto di clausole derogatorie o restrittive del contratto di trasporto.

2. Qualora una clausola restrittiva o derogatoria sia applicata contro un passeggero o se costui non sia stato correttamente informato
dei suoi diritti ed abbia pertanto accettato una compensazione inferiore a quella prevista dal presente regolamento,
il passeggero ha comunque il diritto di avviare le necessarie procedure dinanzi ai tribunali
od organi competenti per ottenere una compensazione integrativa.

Articolo 16
Violazioni

1. Ogni Stato membro designa l'organismo responsabile dell'applicazione del presente regolamento
per quanto riguarda i voli in partenza
dagli aeroporti situati nel suo territorio o i voli provenienti da un paese terzo e diretti in tali aeroporti.
Se del caso, tale organismo adotta tutte le misure necessarie per garantire che siano rispettati i diritti dei passeggeri.
Gli Stati membri informano la Commissione circa l'organismo designato a norma del presente paragrafo.

2. Fatto salvo l'articolo 12, ciascun passeggero puo' presentare reclamo
presso qualsiasi organismo designato ai sensi del paragrafo 1
o presso qualsiasi altro organismo competente designato da uno Stato membro
in merito ad una presunta violazione del presente regolamento
avvenuta in qualsiasi aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro o riguardante qualsiasi volo
proveniente da un paese terzo e diretto a un aeroporto situato in tale territorio.

3. Le sanzioni stabilite dagli Stati membri per violazioni del presente regolamento sono effettive, proporzionate e dissuasive.



Articolo 17
Relazioni

La Commissione riferisce al Parlamento europeo e al Consiglio entro il 1o gennaio 2007 in merito al funzionamento
e agli effetti del presente regolamento, in particolare per quanto concerne:

- l'incidenza del negato imbarco e della cancellazione dei voli,
- l'eventuale estensione dell'ambito di applicazione del presente regolamento ai passeggeri che hanno stipulato un contratto
con un vettore comunitario o titolari di una prenotazione di volo che fa parte di un circuito "tutto compreso" cui si applica
la direttiva 90/314/CEE e che partono da un aeroporto di un paese terzo verso un aeroporto di uno Stato membro,
con voli non operati da vettori aerei comunitari,

- l'eventuale revisione degli importi delle compensazioni pecuniarie di cui all'articolo 7, paragrafo 1.

Se del caso, la relazione e' accompagnata da proposte legislative.

Articolo 18
Abrogazione

Il regolamento (CEE) n. 295/91 abrogato.

Articolo 19
Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore il 17 febbraio 2005.
Il presente regolamento e' obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a Strasburgo, 11 febbraio 2004.
Per il Parlamento europeo
Il Presidente P. Cox
Per il Consiglio
Il Presidente M. McDowell

Violazione Regolamento CE 261/2004: negato imbarco, cancellazione del volo o ritardo prolungato
Inoltra il reclamo all'Ente Italiano ENAC

Fonte: Europa Regolamento 261 EU

Paragrafo: (1-5) - (6-10) - (11-17) - (18-25)

Articolo: -indice- | -1 e 2- | -3 e 4- | -5 e 7- | -8 e 10- | -11-12-13-14- | -15-16-17-18-19-