Come chiedere il rimborso o danni
Regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11 febbraio 2004, che istituisce regole comuni
in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato
e che abroga il regolamento (CEE) n. 295/91 (Testo rilevante ai fini del SEE)



Articolo 3

Ambito di applicazione

1. Il presente regolamento si applica:

a) ai passeggeri in partenza da un aeroporto situato nel territorio di uno Stato membro soggetto alle disposizioni del trattato;

b) ai passeggeri in partenza da un aeroporto situato in un paese terzo a destinazione di un aeroporto situato nel territorio
di uno Stato membro soggetto alle disposizioni del trattato, salvo se i suddetti passeggeri hanno ricevuto benefici
o una compensazione pecuniaria e assistenza nel paese terzo in questione, qualora il vettore aereo
operante il volo in questione sia un vettore comunitario.

2. Il paragrafo 1 si applica a condizione che i passeggeri:

a) dispongano di una prenotazione confermata sul volo in questione e, tranne nei casi di cancellazione
di cui all'articolo 5, si presentino all'accettazione:

- secondo le modalita' stabilite e all'ora precedentemente indicata per iscritto (anche per via elettronica) dal vettore aereo,
operatore turistico o agente di viaggio autorizzato,
oppure, qualora non sia indicata l'ora,
- al piu' tardi quarantacinque minuti prima dell'ora di partenza pubblicata



b) siano stati trasferiti da un vettore aereo o da un operatore turistico dal volo per il quale possedevano una prenotazione
ad un altro volo, indipendentemente dal motivo.

3. Il presente regolamento non si applica ai passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa ridotta non accessibile,
direttamente o indirettamente, al pubblico. Tuttavia esso si applica ai passeggeri titolari di biglietti emessi nel quadro
di un programma Frequent Flyer o di altri programmi commerciali dei vettori aerei o degli operatori turistici.

4. Il presente regolamento si applica soltanto ai passeggeri trasportati da aeromobili a velatura fissa motorizzata.

5. Il presente regolamento si applica ad ogni vettore aereo operativo che trasporta i passeggeri di cui ai paragrafi 1 e 2.
Allorche' un vettore aereo operativo che non abbia stipulato un contratto con il passeggero ottempera agli obblighi
previsti dal presente regolamento, si considera che esso agisce per conto della persona che ha stipulato un contratto con tale passeggero.

6. Il presente regolamento lascia impregiudicati i diritti dei passeggeri stabiliti dalla direttiva 90/314/CEE.
Il presente regolamento non si applica nei casi in cui un circuito "tutto compreso" cancellato per motivi diversi dalla cancellazione del volo.

Articolo 4
Negato imbarco

1. Qualora possa ragionevolmente prevedere di dover negare l'imbarco su un volo, il vettore aereo operativo fa in primo luogo
appello ai volontari disposti a rinunciare alla prenotazione in cambio di benefici da concordare tra il passeggero
interessato e il vettore aereo operativo. I volontari beneficiano di un'assistenza a norma dell'articolo 8.
Tale assistenza lascia impregiudicati i benefici di cui al presente paragrafo.

2. Qualora il numero dei volontari non sia sufficiente per consentire l'imbarco dei restanti passeggeri titolari di prenotazioni,
il vettore aereo operativo puo' negare l'imbarco a passeggeri non consenzienti.

3. In caso di negato imbarco a passeggeri non consenzienti, il vettore aereo operativo provvede immediatamente
a versare una compensazione pecuniaria ai passeggeri interessati a norma dell'articolo 7 e presta loro assistenza a norma degli articoli 8 e 9.

Paragrafo: (1-5) - (6-10) - (11-17) - (18-25)

Articolo: -indice- | -1 e 2- | -3 e 4- | -5 e 7- | -8 e 10- | -11-12-13-14- | -15-16-17-18-19-