Diritti delle persone con disabilita' e delle persone a mobilita' ridotta nel trasporto aereo Testo rilevante ai fini del SEE





Regolamento (CE) n. 1107/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006


(6) A tal fine, la responsabilita' di garantire un'assistenza di elevata qualita' negli aeroporti dovrebbe spettare ad un organismo centralizzato.
Tale responsabilita' globale dovrebbe essere affidata ai gestori aeroportuali, a causa del ruolo centrale che svolgono nella fornitura di servizi
negli aeroporti.

(7) I gestori aeroportuali possono fornire direttamente l'assistenza alle persone con disabilita' e alle persone a mobilita' ridotta.
In alternativa, in considerazione del ruolo positivo svolto in passato da taluni operatori e vettori aerei, i gestori aeroportuali
possono appaltare a terzi la prestazione di assistenza, ferma restando l'applicazione delle pertinenti disposizioni della legislazione comunitaria,
incluse quelle sugli appalti pubblici.

(8) L'assistenza dovrebbe essere finanziata in modo da ripartire i costi equamente fra tutti i passeggeri che utilizzano un aeroporto
ed evitare di scoraggiare il trasporto di persone con disabilita' e di persone a mobilita' ridotta.
Si ritiene che la modalita' di finanziamento piu' efficace sia un diritto applicato ad ogni vettore aereo che utilizza un determinato aeroporto,
in proporzione al numero di passeggeri trasportati da e verso l'aeroporto in questione.



(9) Onde garantire, in particolare, che i diritti applicati ai vettori aerei siano commisurati all'assistenza fornita alle persone
con disabilita' e alle persone a mobilita' ridotta e che essi non servano a finanziare attivita' dei gestori diverse da quelle legate
alla prestazione di tale assistenza, i diritti dovrebbero essere fissati e applicati in maniera pienamente trasparente.
La direttiva 96/67/CE
del Consiglio, del 15 ottobre 1996, relativa all'accesso al mercato dei servizi di assistenza a terra negli aeroporti della Comunita' [5],
in particolare le disposizioni relative alla separazione contabile, dovrebbero pertanto essere applicate
laddove cio' non contrasti con il presente regolamento.

(10) Nell'organizzazione della prestazione di assistenza alle persone con disabilita' e alle persone a mobilita' ridotta
nonche' della formazione del personale, gli aeroporti e i vettori aerei dovrebbero rispettare il documento 30, parte I, sezione 5,
e relativi allegati della Conferenza europea dell'aviazione civile ("ECAC"),
in particolare il codice di buona condotta per l'assistenza a terra di persone a mobilita' ridotta, riportato,
al momento dell'adozione del presente regolamento, nel relativo allegato J.


Paragrafo: (1-5) - (6-10) - (11-17) - (18-21)

Articolo: -indice- | -1- | -2- | -3 e 4- | -5 e 6- | -7- | -8- | -9 e 10- | -11 e 13- | -14 e 15- | -16-17-18-